Vai direttamente ai contenuti
Spedizione gratuita sopra €50
Resi fino a 30 giorni
⭐⭐⭐ 5/5 dalle recensioni ⭐⭐⭐
Spedizione gratuita sopra €50
Resi fino a 30 giorni
⭐⭐⭐ 5/5 dalle recensioni ⭐⭐⭐
Spedizione gratuita sopra €50
Resi fino a 30 giorni
⭐⭐⭐ 5/5 dalle recensioni ⭐⭐⭐

"LOCKTOBER": il mese delle gabbiette per il pene e delle cinture di castità

Il primo ottobre segna una data importante nella vita sessuale di tantissime persone. È il primo giorno di Locktober, ovvero una sfida di “castità” che ormai è in crescita in...

Il primo ottobre segna una data importante nella vita sessuale di tantissime persone. È il primo giorno di Locktober, ovvero una sfida di “castità” che ormai è in crescita in tutto il mondo. Parliamone!

Gabbiette e cinture di castità

Inanzitutto cosa sono le gabbiette per il pene e le cinture di castità? Non si tratta di meccanismi medievali che conosci dalle favole. Sono dispositivi molto moderni ed elaborati. Infatti sul mercato ci sono aziende che perfezionano questi dispositivi da ben 25 anni!

La gabbietta per il pene, che ha ricevuto più attenzione in questi anni, di solito è costituita da una parte che racchiude il pene e un anello alla base dell'asta che sostiene tutto il meccanismo passando sopra il pene e sotto i testicoli. Il costo di una gabbietta di qualità (sicura e comoda) parte solitamente da €100. Ovviamente è possibile trovare "knock-offs" e versioni economiche su famose piattaforme di e-commerce, ma quello che succede è che spesso finiscono ad essere soldi buttati al vento: le gabbie sono scomode, i materiali di scarsa qualità si deteriorano velocemente, il meccanismo è progettato male e non è ergonomico.

I materiali delle gabbie per il pene possono essere diversi: plastica, resina, silicone o metallo. Di solito le gabbiette di resina o plastica sono le più economiche visto che il materiale non è così costoso. Anche le gabbiette in silicone possono aver un prezzo ridotto. Le gabbiette di metallo sono spesso quelle più costose perché richiedono più lavorazione, ma per molte persone sono anche le più comode da indossare a lungo termine.

La cintura di castità invece è meno reperibile delle gabbiette e può avere tante forme diverse. La forma più ovvia è quella di una cintura sulla vita con un’altra cintura che passa tra le gambe. Questa seconda cintura è ciò che più varia a seconda del produttore. Ad esempio, la cintura può includere un dildo che penetra la persona per tutto il tempo in cui viene indossata.

Le gabbiette per il pene e le cinture di castità permettono a tante persone kinky di sfidare i propri limiti e, spesso, di aggiungere nuovi livelli alla loro vita di relazione, inserendo questi gadget in una dinamica del tipo “dom/sub” (vedi il nostro vocabolario kinky per approfondire questa tematica), ma non soltanto. La castità serve a tanti scopi: un dom può usarlo per rendere il suo passivo ancora più goloso, una domme può umiliare il suo puppy negandogli l’orgasmo, e così via… Ma non sempre le dinamiche includono due persone: spesso “locktober” - il mese dedicato ai giochi con le gabbiette e le cinture di castità - può essere intrapreso anche in solitaria come un progetto per scoprire nuovi lati di sé e nuovi modi per eccitarsi e stimolare la propria sessualità. Le gabbie e le cinture entrano in diverse dinamiche meravigliose.

Locktober

Il Locktober costituisce una sorta di sfida in cui la persona si propone di indossare la gabbietta o la cintura per l’intero mese. Questo significa 31 giorni con i genitali sotto lucchetto. Ovviamente, data questa definizione generale, ognuno dà poi il proprio significato alla sfida, sulla base di cosa spinge la persona alla “castità” (mettiamo questo termine tra virgolette perché non sempre locktober coincide con l’impossibilità di raggiungere un orgasmo: per quello c’è No Nut November 😉). Raggiungere un orgasmo diventa così una sfida che impegna nuovi modi di ottenere piacere, esplorando magari nuovi giocattoli, nuovi tipi di interazione, nuove zone erogene…  Questo porta molte persone a ripensare il rapporto con il proprio corpo e a scoprire nuovi orizzonti di piacere.

Soli, o in buona compagnia

Se il gioco si inserisce in una dinamica di coppia, l’altra persona può fare da “Keyholder”, ovvero la persona responsabile delle chiavi che aprono la gabbietta o la cintura di castità. Ciò può aggiungere del pepe al vostro rapporto e tirare fuori gli aspetti più dominanti o compiacenti dei due partner. È però essenziale capire insieme il tipo di dinamica che vorreste instaurare prima di iniziare la sfida, affinché regole e limiti siano ben chiari a tutti i partecipanti. Si tratta di un gioco di dominazione o umliazione? È coinvolto il tema dello scambio di potere? È un esercizio per focalizzare il piacere sull’orgasmo anale? Oppure è una fantasia di pegging (la penetrazione con un sex toy che sostituisce il pene ingabbiato)? Come gestirete la possibile frustrazione dopo giorni e giorni di castità? Ci sarà spazio per gli orgasmi? E i momenti dedicati all’igiene - in cui la gabbia potrebbe dover essere rimossa - avranno uno spazio predefinito? Tutto questo regola la relazione con la castità e con la sfida di Locktober. Se vuoi affrontarla con un’altra persona è importante considerare tutte queste domande. Sarà un mese pieno di attività kinky, di edging e di provocazione senza il permesso di raggiungere l’orgasmo oppure la castità sarà solo una simpatica aggiunta alle vostre abitudini sessuali?

E l’orgasmo?

Non preoccupatevi: non sempre indossare una gabbia per il pene significa non poter venire. Per quello c'è NO NUT NOVEMBER, ma ne riparleremo più avanti 😉. Anche se ci sono persone che indossano i dispositivi di castità proprio allo scopo di impedire l’orgasmo, ci sono varie possibilità di ottenerlo anche durante il locktober. Ad esempio, puoi provare a venire utilizzando una wand massaggiante per far vibrare tutto il meccanismo e stimolare così le tue parti intime. Inoltre, non dimenticarti delle altre zone erogene! Avere i genitali “inaccessibili” può proprio aiutarti a riscoprire la stimolazione anale, dei capezzoli, o di altre zone sensibili del tuo corpo. Un passivo goloso può indossare la gabbia per il pene e infilarsi un plug anale per stimolare la prostata. L’orgasmo anale è infatti un’alternativa molto ricercata da coloro che intraprendono la sfida di locktober. La nostra linea di plug anali in silicone platinico “Gape Keeper” (LINK @Sebastian Jagla) è un best-seller di questo mese.

Ma come non aprire la gabbia quando si è così arrapati?

Quando non raggiungi l’orgasmo per tanto tempo è facile rinunciare alla sfida troppo presto e voler aprire la gabbia o la cintura per finalmente masturbarsi e venire. Questo tipo di momenti vanno previsti all’inizio della sfida e - se il gioco è in coppia - discussi con il proprio partner o keyholder. Ci sono diverse soluzioni per riacquistare l’equilibrio nei momenti di massima frustrazione. Se non hai una persona a cui puoi affidare le chiavi 🔑 , potresti metterle nel ghiaccio! Ti basterà un contenitore di plastica riempito d’acqua in cui potrai immergere le chiavi: usando un filo lo potrai posizionare perfettamente nel centro. A questo punto, metti il contenitore in freezer. Quando avrai voglia di liberarti dovrai aspettare che il ghiaccio si sciolga: in tal modo potrai riconsiderare la tua scelta di interrompere la sfida senza la foga del momento. Non potrai barare aiutandoti con il microonde, perché le chiavi sono in metallo. Non potrai scaldare il contenitore sul fuoco perchè il contenitore è in plastica e si sciolerebbe.

Per rallentarti ci sono anche soluzioni più tecnologiche che potresti usare come scatole chiuse attraverso un’app che non possono essere aperte prima di una data impostata. Noi di Brutta Figura non raccomandiamo gabbiette chiuse attraverso un'app. Leggi il nostro articolo sulla cybersicurezza per sapere di più sulle gabbiette elettroniche.

Un mese pieno di attività

Se vuoi che Locktober diventi un mese pieno di kink e attività eccitanti, indossare la gabbia o la cintura di castità è solo il primo step. Se vuoi incorporare aspetti di dominazione-sottomissione puoi chiedere a chi porta le tue chiavi (keyholder) di darti la possibilità di venire solo in determinati momenti del giorno o di darti istruzioni su quali giocattoli utilizzare per farlo. Potete anche decidere di avere dei casuali momenti di “cage-check”, in cui il dom o la domme ti chiedono di mandare una foto - ovunque tu sia - che dimostri che stai ancora indossando la gabbia. Prova a immaginare il tuo battito che accelera quando leggerai il tanto desiderato messaggio che dice “hai 5 minuti per venire”.

Un’altra attività divertente è di descrivere diverse punizioni e diversi premi su singoli pezzi di carta, mescolarli e pescarne uno al giorno. Introdurrete così un elemento di attesa e di gioco BDSM.

Carrello

Il carrello è vuoto.

Inizia a fare acquisti

selezionare le opzioni